Articoli

Formazione Digitale tra Fondo Nuove Competenze e Credito d’Imposta

Il Fondo Nuove Competenze è uno strumento di politica attiva del Lavoro finanziato con 730 milioni di Euro dal Decreto Rilancio per il 2020/2021 per contrastare gli effetti economici dell’epidemia.

Tale fondo nasce con l’obbiettivo di adeguare le competenze dei lavoratori destinando parte delle ore di lavoro alla formazione per un massimo di 250 ore per ognuno. Le ore di stipendio del personale in formazione sono a carico del fondo.

Quali ambiti di formazione?

Un’opportunità per le imprese per accrescere il livello delle competenze dei lavoratori riducendo il gap sulle tecnologie digitali.

Attraverso percorsi formativi, le aziende hanno la possibilità di sviluppare le Digital Hard Skill legate alle competenze digitali quantificabili con l’utilizzo di strumenti tecnologici e le Digital Soft Skill ovvero tutte quelle capacità di poter intraprendere nuove modalità operative con maggior consapevolezza strettamente interconnesse al modo di interagire, comunicare e cooperare in team.

Il Fondo Nuove Competenze è stato prorogato fino al 30 Giugno 2021.

Per info e accesso al Fondo, visita il sito dell’Anpal.

Credito d’Imposta Formazione

Altra opportunità messa a disposizione dal governo a sostegno delle imprese per la formazione del personale dipendente. Il Credito d’Imposta Formazione, parte del Piano Transizione 4.0. nasce proprio per l’acquisizione di nuove competenze digitali.

L’attività formativa deve riguardare uno o più ambiti di informatica, tecnologie, vendita, marketing e tecniche di produzione. Nel dettaglio sono ammissibili al Credito d’Imposta Formazione:

  • Costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione: spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto;
  • Spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  • Costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  • Spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Le tematiche riferite alla Formazione 4.0. riguardano analisi dei dati, cloud e fog computing, big data, simulazione e sistemi cyber-fisici, interfaccia uomo macchina, cyber security, manifattura additiva, prototipazione rapida, integrazione digitale dei processi aziendali, internet delle cose e delle macchine.

Per chi e quali vantaggi?

Il Credito d’Imposta Formazione 4.0. è rivolta a tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le organizzazioni di soggetti non residenti indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.

Tale incentivo è riconosciuto in misura del:

  1. 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di € 300.000 per le micro e piccole imprese;
  2. 40% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 per le medie imprese;
  3. 30% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 le grandi imprese.

Per info su requisiti e modalità di accesso al Credito visita il sito del Mise.

Per maggiori informazioni su progetti, formazione e software non esitare a contattarci.

Bonus 2019: il Credito d’imposta formazione 4.0.

Le disposizioni della legge di Bilancio 2019 hanno ufficialmente prorogato le agevolazioni del Credito d’imposta per la formazione 4.0., già avviata nel 2018 a cura del Ministero dello sviluppo economico (MiSE). Il bonus in questione, prevede un credito a favore delle imprese che sostengono spese per la formazione del personale dipendente nel campo delle tecnologie, previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0.

REQUISITI:

Tali agevolazioni si rivolgono alle imprese:

  •  residenti nel territorio dello Stato;
  •  Enti non commerciali residenti, svolgenti attività commerciali rilevanti ai fini del reddito d’impresa;
  •  Imprese residenti all’estero con stabili organizzazioni sul territorio italiano.

AGEVOLAZIONI:

Le percentuali di costi e importi sono variate distinguendosi in base alle dimensioni dell’impresa:

  •  Piccole imprese 50% con un tetto di spesa annuo di 300mila euro
  •  Medie imprese 40% con un limite di spesa massimo annuale di 300mila euro
  •  Grandi imprese 30% con un massimale di 200mila euro l’anno.

AMBITI:

Il Credito d’imposta per la formazione 4.0. comprende tutte quelle attività relative all’acquisizione di competenze e al consolidamento dell’utilizzo degli strumenti digitali nelle aziende. Tra i diversi campi di utilizzo, possiamo citare i seguenti ambiti:

  • integrazione digitale dei processi aziendali
  • cloud e fog computing
  • interfaccia uomo-macchina
  • cyber security
  • Big Data/analisi dei dati
  • simulazione e sistemi cyber-fisici
  • manifattura additiva
  • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata (RA)
  • prototipazione rapida
  • Internet delle cose e delle macchine
  • robotica avanzata e collaborativa

Una grande opportunità per la crescita professionale dei tuoi dipendenti! Scopri di più sul sito ufficiale del MiSE (clicca qui).